0 1 minuto 7 mesi

Michele Tamarini, qualificatosi terzo, ha tenuto a dire che la gara sarà difficile, non tanto per la posizione in cui scatta, ma per la conformazione della pista che rende difficili i sorpassi. Le sue parole:
“Partirò in una buona posizione, ma per la pista in cui siamo non è una posizione comoda. Le cose sono 2:
O faccio una partenza a missile, o altrimenti ci vorrà una safety car per scombussolare le strategie. Non vedo l’ora fra 2 ore di correre la gara comunque”.

Rispondi