Il gran premio virtuale di Singapore ha riservato ben 2 ingressi della safety car. Tuttavia, le 2 safety car sono subentrate in momenti della gara troppo delineati. Infatti, subito al primo giro dopo il contatto dalle enormi conseguenze tra Lorenzo Tersigni e Cristiano Gelmo, la safety car ha fatto il suo ingresso ma nessuno ha subito cambiato strategia a causa del probabile problema di traffico. Dopodichè al giro 22 un crash: quello dell’alpha tauri di Salvatore Moncada che va a muro a curva 16. Entra la safety car che, non compromette la strategia dei primi che oramai avevano gomma hard abbastanza buona, di soli 7 giri. Compromette peró le strategie di Incardona ed Estro che col distacco piú elevato che avevano, avrebbero potuto allungare ancora e mettere le soft nel finale, tanto meno per ottenere il punto extra del giro veloce, registrato al penultimo giro con gomma hard leggermente degradata, da Fabio Verdi. Una safety car che come utilità ha quello di stravolgere una gara, ma che in quel di Singapore ha solo allungato una gara noiosa e impedito uno spettacolo finale.

Di Mauro Tonizza

Tutti gli eventi lega del campionato F1 online codemasters con i migliori piloti attualmente presenti!

Rispondi